Chirurgia del lobo delle orecchie

BREVE RIASSUNTO

  • i lobi delle orecchie possono essere corretti praticando un’incisione cutanea appositamente studiata seguita da una precisa sutura
  • la correzione di lobi delle orecchie cadenti e mal posizionati può essere abbinata a un intervento di lifting facciale o ad una procedura autonoma che consiste di una breve incisione nascosta nella piega naturale posta dietro l’orecchio
  • la deformità dell’orecchio cosiddetta del folletto, è la condizione in cui il lobo dell’orecchio è attaccato alla guancia senza una piega tra il lobo dell’orecchio e la cute del viso
  • per cheloide, si intende un tipo di cicatrice che si presenta come un nodulo compatto e si verifica frequentemente nella sede del piercing praticato sul lobo dell’orecchio

I lobi delle orecchie spaccati posso essere riparati?

Quando si indossano orecchini pesanti o quando un orecchino è accidentalmente strappato dal lobo dell’orecchio, i lobi delle orecchie possono gradualmente separarsi. I lobi delle orecchie spaccati possono essere riparati chirurgicamente praticando un’incisione cutanea appositamente studiata seguita da una precisa sutura. Il foro di un piercing precedentemente praticato, può essere chiuso completamente oppure può essere conservato riducendone le dimensioni per poter continuare ad indossare gli orecchini. La ricostruzione del lobo dell’orecchio è eseguita ambulatorialmente e in anestesia locale. I punti di sutura dovranno essere rimossi dopo 7-10 giorni.


In che cosa consiste il ringiovanimento del lobo dell’orecchio?

Una conseguenza del processo di invecchiamento dei lobi delle orecchie è il loro allungamento e distensione. Potrebbe formarsi una piega permanente intorno ai vecchi fori del piercing che assumono una forma più allungata e verticale. I lobi delle orecchie cadenti e mal posizionati possono essere corretti nel corso di un intervento di lifting del volto oppure con una procedura indipendente che comporta una breve incisione nascosta nella piega naturale posta dietro l’orecchio. La procedura di correzione dei lobi delle orecchie è eseguita in anestesia locale in regime ambulatoriale. I tempi di inattività sono quasi del tutto assenti e punti di sutura sono rimossi dopo 7-10 giorni.


In che cosa consiste la deformità dell’orecchio cosiddetta del folletto e come può essere corretta?

La deformità dell’orecchio cosiddetta del folletto, è la condizione in cui il lobo dell’orecchio è attaccato alla guancia senza una piega tra il lobo dell’orecchio e la cute del viso. Il lobo dell’orecchio è poco definito, teso e allungato. La deformità dell’orecchio cosiddetta del folletto potrebbe essere di origine ereditaria o, più frequentemente, deriva da un posizionamento non corretto del lobo dell’orecchio in seguito ad un intervento chirurgico di lifting. L’intervento di correzione è eseguita in anestesia locale e in regime ambulatoriale. La tecnica ricostruttiva dipende dalla natura e dalla gravità della condizione. Fondamentalmente, il lobo dell’orecchio attaccato alla guancia, è staccato dalla guancia in modo che possa essere liberamente sospeso e quindi la cute della guancia è fissata ai tessuti profondi posti dietro l’orecchio per mantenere la guancia nella sua corretta posizione senza che si verifichi alcuna tensione sul lobo dell’orecchio.


Che cosa è un cheloide e come può essere rimosso?

Alcuni soggetti hanno la tendenza a formare sgradevoli cicatrici. Il cheloide è un tipo di cicatrice che cresce oltre i confini della ferita originaria. Si presenta come un nodulo solido fibroso e si verificano frequentemente nella sede del piercing all’orecchio. Possono altresì svilupparsi dopo un intervo chirurgico di rimodellamento dell’orecchio. Un’attenta tecnica chirurgica può ridurre al minimo il rischio di cicatrici cheloidi post operatori, ma non può in alcun modo prevenirne completamente la comparsa. Il trattamento dei cheloidi è una sfida in quanto, come purtroppo accade, non si può escludere a priori la loro ricomparsa. In molti casi la migliore opzione di trattamento è quella di rimuoverli chirurgicamente e iniziare immediatamente un trattamento con iniezioni di steroidi. Le iniezioni di steroidi al bisogno devono essere ripetute mensilmente. Il solo intervento chirurgico presenta un tasso molto elevato di recidiva. L’ulteriore applicazione di orecchini di compressione può risultare utile per prevenire la ricrescita del cheloide.