Ringiovanimento e aumento degli zigomi

Breve riassunto

  • i soggetti che optano per un intervento di ringiovanimento delle guance spesso presentano zigomi piatti o un viso rotondo e affilato
  • l’intervento di mid-face lifting è particolarmente indicato per soggetti di mezza età affetti da un calo delle guance piuttosto che da una perdita di volume delle guance stesse
  • gli impianti facciali sono normalmente utilizzati per incrementare lo scheletro facciale
  • i tessuti molli possono essere accresciuti intervenendo con iniezioni di tessuto adiposo autologo prelevato da altre parti del corpo del soggetto in causa (liporiempimento)
  • le procedure basate su iniezioni con materiali riempitivi sono meno invasive, ma il loro effetto non è permanente
  • iniezioni a base di acido ialuronico sono in genere utilizzate in termini di procedure temporanee, allo scopo di dimostrare il risultato che si otterrebbe procedendo con impianti o innesti di tessuto adiposo

Come possiamo ringiovanire o aumentare gli zigomi?

Zigomi atonici o appiattiti sono conseguenza dell’invecchiamento, di malattie oppure di ipotrofia congenita. Studi recenti stanno dimostrando che una diminuzione volumetrica delle guance durante l’invecchiamento è conseguenza del progressivo riassorbimento osseo e della degenerazione del tessuto adiposo. In più causa indebolimento del connettivo i tessuti molli tendono a cedere tracciando dei solchi profondi fra i margini delle narici e gli angoli della bocca. L’aumento degli zigomi si può ottenere attraverso varie tecniche, dipende da qual è il problema più rilevante e dal desiderio del paziente: possiamo ricorrere all’inserimento di protesi, al lipofilling, oppure optare per un effetto temporaneo mediante l’uso di filler. I tessuti molli delle guance possono essere sollevati e riposizionati con un intervento, noto con il nome “midface lift” (lifting della parte centrale del viso).

Aumento degli zigomi mediante inserimento di protesi?

Le protesi per gli zigomi sono fatte di silicone compatto o di altri materiali non assorbibili. Vengono impiantate mediante un taglio nella cavità orale sopra la gengiva superiore, oppure attraverso un taglio che pratichiamo anche per la correzione delle palpebre inferiori o per innalzare il viso. La tasca in cui sarà adagiata la protesi è posta in prossimità della superficie dell’osso. L’impianto si stabilizza in posizione corretta con delle suture. Le dimensioni e la forma delle protesi presentano una vasta gamma di scelte possibili.

Aumento degli zigomi mediante filler?

Il più delle volte rimodelliamo e aumentiamo gli zigomi con dei filler. Negli ultimi anni utilizziamo soltanto iniezioni di filler a base di acido ialuronico, a effetto temporaneo, ma che si sono dimostrati i più sicuri e affidabili. La composizione dei filler per le varie parti del viso è assai diversa. Per gli zigomi in cui il filler va iniettato in profondità, subito sopra l’osso, si usa un filler più compatto che si riassorbe dopo circa un anno e mezzo. L’intervento è ambulatoriale e dura circa 15minuti. Oltre all’eventuale comparsa in rari casi di un’ecchimosi moderata, non ci sono in pratica altre complicazioni. Una complicazione molto rara è l’infiammazione della palpebra inferiore che scompare dopo qualche settimana. In letteratura sono stati segnalati anche esempi di reazioni allergiche, ma con l’impiego dell’acido ialuronico sono estremamente rari essendo questo anche componente naturale dei nostri tessuti. Nella composizione dei filler si aggiunge l’anestetico locale che permette un intervento agevole e relativamente indolore. La tecnica offre anche il vantaggio di poter aggiungere nuove dosi di filler su necessità o desiderio del paziente, durante l’intervento stesso, oppure in qualsiasi altro momento in seguito.

Aumento degli zigomi mediante lipofilling?

Del grasso proprio può essere prelevato con liposuzione da un’altra parte del corpo e utilizzato per l’aumento degli zigomi. L’intervento però può portare a risultati anche imprevedibili poiché una parte del grasso viene di norma parzialmente riassorbita per cui non si possono garantire facilmente risultati certi. Spesso è necessario ripetere l’intervento dopo alcuni mesi, ma il pregio è quello di ottenere un risultato permanente.

Lifting della parte centrale del viso?

L’intervento chiamato midface lift prevede il sollevamento dei tessuti molli delle guance attraverso incisure di un paio di centimetri per ringiovanire la parte centrale del volto. Le incisure sono nascoste sotto il cuoio cappelluto e nella cavità orale sopra la gengiva. L’innalzamento della parte centrale del viso si può eseguire anche in contemporanea con la correzione delle palpebre inferiori, attraverso l’incisura sulla superficie interna o esterna della palpebra inferiore. Questo intervento è indicato per i casi in cui i tessuti molli delle guance hanno volume sufficiente, ma sono andati incontro a cedimento per effetto della forza di gravità dovuto all’età, segnando dei solchi evidenti tra il margine delle narici e gli angoli della bocca. L’intervento si può eseguire anche in anestesia locale. Le cicatrici sono impercettibili. Ecchimosi ed edema scompaiono in una o due settimane.