Valorizzazione estetica delle labbra

Breve riassunto

  • la deviazione naturale più comune dall’ideale estetico è che le labbra siano troppo sottili
  • un intervento di aumento del volume delle labbra può essere portato a termine in via temporanea tramite l’iniezione di un riempitivo o permanentemente con il tessuto del soggetto stesso (iniezioni di adipe, innesto cutaneo) o tramite protesi al silicone
  • i problemi legati all’età, come le rughe intorno alle labbra possono essere affrontati con il rimodellamento della cute o con iniezioni
  • con l’ausilio di semplici procedure chirurgiche è possibile ridurre il labbro superiore allungato, gli angoli della bocca sollevati e i bordi delle labbra pronunciati
  • i tempi di recupero post intervento sono relativamente brevi rispetto ad altre procedure chirurgiche che interessano altre parti del corpo

Cosa non piace dell’aspetto delle labbra

Alcuni soggetti di solito desiderano correggere le labbra il cui aspetto è cambiato in seguito a modificazioni o anomalie e le imperfezioni dovute all’invecchiamento oppure innate. La deviazione naturale più comune dall’ideale estetico è la sottigliezza della labbra. Questo aspetto può far apparire una persona seriosa o pudica e quindi una donna può essere invogliata a modificare l’aspetto delle proprie labbra per esprimere più femminilità e sensualità

L’invecchiamento modifica il labbro in diversi modi. La distanza tra il naso e la bocca aumenta, il labbro superiore si allunga e tende a scendere. La parte rossa del labbro (vermiglio) tende a ruotare verso l’interno e si restringe. Un ulteriore effetto dell’invecchiamento è che il contorno tra il rosso delle labbra e la cute circostante diventa meno evidente. Il philtrum (una depressione centrale che va dal naso al labbro superiore) si appiattisce e gli angoli della bocca appaiono cadenti per effetto della forza di gravità e della perdita di volume. Con l’avanzare dell’età le fibre di collagene rinsecchiscono e la cute perde elasticità, pertanto, le labbra diventano meno resistenti e si sviluppano le rughe. Le rughe verticali intorno alle labbra, chiamate codici a barre, sono particolarmente pronunciate a causa della costante mobilità del muscolo sottostante.

Come si può intervenire?

Sono disponibili molti interventi che permettono di rimediare alle deviazioni dell’aspetto delle labbra dal modello ideale. Un aumento del volume delle labbra può essere ottenuto temporaneamente con l’iniezione di un riempitivo o permanentemente tramite il tessuto stesso del paziente (iniezioni di adipe, innesto cutaneo) o tramite l’innesto di protesi al silicone.

Problemi legati all’età, come le rughe della cute intorno alle labbra, possono essere affrontate utilizzando sostanze chimiche, laser, peeling, dermoabrasione o iniezioni. Con semplici procedure chirurgiche è possibile ridurre le labbra allungate, sollevare gli angoli della bocca e il vermiglio pronunciato.

Riguardo il ringiovanimento del viso, per ottenere un aspetto equilibrato e giovanile, deve essere trattata la regione intorno alla bocca. Le usuali tecniche combinano il sollevamento del volto e quello del collo. Ci sono un gran numero di tecniche diverse con vantaggi e svantaggi specifici. I nostri chirurghi che vantano una vasta esperienza nel campo, sono i grado di selezionare ed eseguire una procedura che darà il miglior risultato in base alle esigenze e ai desideri espressi dalle pazienti.

In che modo è possibile aumentare il volume delle labbra? Riempitivi, adipe, impianti o interventi chirurgici?

Riempitivi

La maggior parte delle pazienti preferiscono un temporaneo aumento del volume labbra che si ottiene iniettando un riempitivo, poiché questa procedura è la meno invasiva e i risultati sono facilmente reversibili. Il soggetto che prende in considerazione l’incremento permanente del volume della labbra, dovrebbe preliminarmente sottoporsi a un intervento di filler per avere un’idea del risultato. Allo scopo di incrementare temporaneamente il volume delle labbra sono disponibili vari prodotti. Attualmente la migliore e più popolare tecnica di riempimento dei tessuti molli è un gel a base di acido ialuronico. I vantaggi dell’acido ialuronico sono dovuti al fatto che è presente naturalmente nella cute e quindi eventuali manifestazioni di rigetto sono ridotte al minimo. Il materiale di riempimento può essere iniettato sotto il rullo bianco (la linea libera, che delinea il vermiglio) per rende le labbra più pronunciate e meglio definire il loro contorno. La massa del labbro può essere aumentata praticando iniezioni nel muscolo. L’incremento del volume delle labbra con materiali naturali di riempimento iniettabili, ha una durata media di 9 mesi, dopo tale periodo è necessario ripetere l’infiltrazione.
Nel caso di incremento permanente dei tessuti molli, è consigliato un uso prudente di sostanze iniettabili artificiali. Un materiale artificiale è facile da iniettare, ma può essere estremamente difficile da rimuovere e in quel caso è inevitabile la comparsa di cicatrici. Nel lungo periodo, potrebbero inoltre insorgere alcune reazioni avverse nei confronti dei riempitivi, come granulomi accompagnati da infiammazione cronica.

Iniezioni di adipe

Il trasferimento autologo di tessuto adiposo (liporiempimento) è un metodo che permette la correzione di labbra sottili o sproporzionate tramite trasferimento di tessuto adiposo della paziente stesso, prelevato da altre parti del corpo. L’adipe raccolto è purificato, filtrato e poi iniettato con aghi molto sottili. Anche se la migliore delle procedure utilizzate va a buon fine, una parte di tessuto iniettato è riassorbito e per ottenere il risultato auspicato, potrebbero rendersi necessarie ulteriori infiltrazioni. Trascorsi tre mesi dall’intervento il risultato è di solito permanente. Questa tecnica di trasferimento di tessuto adiposo implica un basso tasso di complicanze. Alcuni svantaggi possono includere un leggero gonfiore per due settimane dopo l’intervento e normalmente eventuali dislivelli e noduli scompaiono nel corso della fase di guarigione. Per bilanciare il naturale riassorbimento di tessuto adiposo è pratica comune ricorrere a una lieve ipercorrezione.

Protesi al silicone

Di recente sono stati sviluppati impianti appositamente studiati per la valorizzazione delle labbra. Sono realizzati in silicone morbido che dà la sensazione di un labbro naturale. È necessario selezionare accuratamente la giusta dimensione dell’impianto in modo che si abbini perfettamente al labbro. Gli impianti labiali sono inseriti praticando una profonda e limitata incisione all’angolo della bocca e all’occorrenza sono rimovibili. Dopo l’intervento è previsto l’insorgere di un moderato gonfiore che permarrà all’incirca per due settimane. L’insorgenza di emorragie o infezioni sono complicazioni piuttosto rare.

Innesto dermico o fasciale

Una tecnica di incremento del volume delle labbra prevede l’innesto di derma (secondo strato di pelle). Il tessuto di solito è raccolto come sottoprodotto di qualche altra procedura. Si procede alla rimozione dell’epidermide o cute esterna (innesto dermico) opportunamente modellato e fatto passare attraverso il labbro. Il vantaggio di questa tecnica di innesto di materiale autologo, è l’assenza di manifestazioni di rigetto. L’innesto non potrà aderire pienamente e con l’età andrà incontro a qualche fenomeno di diradamento. A volte l’innesto può formare una banda ben fissata che può essere avvertita nel labbro. Rare complicanze sono costituite da infezioni ed emorragie. Un innesto alternativa al derma è quello che utilizza una fascia (lo strato di copertura del muscolo).

La valorizzazione delle labbra con iniezioni, impianti o innesti è limitata dalla quantità di vermiglio presente, che nelle persone anziane può essere molto sottile.

Proiezione chirurgia verso l’esterno del vermiglio

Quando è visibile una parte minima della porzione rossa del labbro, può essere proiettata verso l’esterno la mucosa del lato interno del labbro, allo scopo di riempire il labbro e ampliare il vermiglio. Per portare la maggior parte di tessuto del labbro all’esterno della bocca, di solito sono praticate due o più incisioni a forma di V e successivamente suturate a forma di y (plastica v-y). Le cicatrici sono praticate all’interno della bocca e quindi non visibili. La procedura è spesso combinata alla tecnica di trasferimento di tessuto adiposo. Lo svantaggio di questa tecnica è che talvolta può provocare una ridotta sensibilità del labbro.

Il labbro superiore può essere ridotto?

Un labbro superiore che si presenta allungato (aumento distanza bocca – naso) può essere ridotto chirurgicamente, l’apposita procedura è denominata sollevamento del labbro. È praticata un’incisione proprio sotto il naso, talvolta curvata nelle narici. Questa procedura permette anche di ruotare il labbro in posizione più giovanile. La misura della riduzione dell’altezza del labbro dipende dalla quantità di tessuto rimosso. La procedura può essere eseguita in anestesia locale. I punti di sutura sono rimossi dopo 7 giorni. L’incisione a forma di ala che segue il profilo del naso, solitamente lascia una sottile cicatrice quasi impercettibile.

È possibile sollevare gli angoli della bocca?

Gli angoli della bocca, segnati dall’inesorabile avanzare dell’età, possono essere sollevati tramite escissione di un triangolo di pelle appena al di sopra degli angoli della bocca. Ciò si traduce in una piccola cicatrice bianca all’angolo della bocca (lunga circa 1,5 cm). Per ottenere un buon risultato finale, inizialmente l’altezza degli angoli deve essere iperprotetta, perché durante la guarigione i tessuti tendono ad allungarsi. La procedura può essere eseguita in anestesia locale. I punti di sutura sono rimossi dopo una settimana.